SPEDIZIONI GRATUITE PER ORDINI SUPERIORI A 89,90€
  • ASSISTENZA CLIENTI:

blog

media

Quando arriva l’estate siamo tutti più felici: si trascorre più tempo all’aperto, si ha qualche giorno libero in più e, soprattutto, se si ha un lavoro d’ufficio, quando si stacca c’è ancora luce fino a quasi le nove di sera.

Capita a diverse persone che questo cambio di ritmi e abitudini, insieme al caldo, porti a difficoltà nell’addormentarsi: l’aumento delle temperature e l’allungarsi delle giornate può infatti alterare il ritmo sonno-veglia, causando anche alcuni disturbi del sonno.

Le cause principali

Spesso si tratta di disturbi temporanei che si palesano in diverse modalità: il sintomo più comune è spesso la stanchezza, sia fisica che mentale. Spesso la causa è da ricercare nel processo di cambiamento del corpo che prova ad adattarsi alle temperature diverse e all’aumento delle ore di sole, subendo, in alcuni casi, un’alterazione del ciclo della melatonina.

Ciò accade perché in estate, oltre all’allungarsi del “periodo di veglia naturale”, la temperatura corporea, che tende a ridursi con l'avvicinarsi della sera, si abbassa con più difficoltà anche a causa del caldo, alterando così la produzione di melatonina.

Rimedi

Per rimediare ai disturbi del sonno in estate, è bene mettere in atto una serie di azioni sinergiche su base quotidiana, come:

  • Limitare l’assunzione di bevande alcoliche, che alterano i ritmi sonno-veglia e la qualità del sonno;
  • assumere tisane rilassanti a base di valeriana e camomilla;
  • regolare la temperatura della stanza dove si dorme;
  • correggere l'alimentazione, rifacendosi a cibi leggeri (soprattutto a cena) per facilitare la digestione;
  • ridurre la quantità di caffè, tè e bevande eccitanti o energetiche assunte;
  • limitare il cioccolato;
  • stimolare la produzione di melatonina o assumerla grazie agli integratori, al fine di indurre il sonno quando si avvertono i sintomi dell’insonnia.

È molto importante anche evitare esposizioni al sole prolungate che, oltre a essere dannose per la cute e a rappresentare seri rischi per la salute, possono portare a scottature che causando un innalzamento della temperatura corporea non aiutano ad addormentarsi.

Fattori come la temperatura della stanza da letto sono essenziali, così come il saper ascoltare i segnali del corpo: imporsi di dormire quando il sonno non arriva può essere frustrante e portare a un accumulo di tensione che peggiora la situazione: meglio alzarsi e occupare la mente con una lettura e provare a stancare gli occhi con attività del genere.

Se vuoi approfondire l’argomento o hai qualche domanda, contattaci. Il nostro team di professionisti sarà felice di risponderti.

  • Jun 13, 2022
  • Category: Salute
  • Lascia un commento: 0
iscriviti alla newsletter
Riceverai un codice sconto del 3%
da utilizzare per il tuo primo ordine!

Per la tua spedizione offriamo Scegli Tu